.Ferro Plus

19,90€ PP

FERRO COLLOIDALE PLUS SPRAY 100 ML 20 PPM

Dispositivo medico CE n. 910

Il ferro – minerale essenziale per l’individuo – fondamentale nella produzione di emoglobina si lega alle proteine nel complesso eme (emoglobina, mioglobina e citocromi) ed è responsabile di: – trasporto dell’ossigeno dai polmoni ai tessuti e ai muscoli – contrazione muscolare – funzione di supporto a diversi enzimi – benessere di unghie e capelli Se una corretta alimentazione non garantisce la giusta assimilazione di ferro, bisogna prevedere la più opportuna integrazione di questo elemento, affinchè non si manifestino situazioni di carenza tali da comportare “anemia sideropenica”. La carenza di ferro delinea un quadro generale di rischio nei seguenti casi: – mestruazioni abbondanti (menorragie) – sesso femminile – distrubi intestinali (come steatorrea intestinale, diarrea cronica, ipocloridria, gastrectomia) – dieta strettamente vegetariana o vegana – abuso di farmaci antiacidi / antibiotici / antinfiammatori – celiachia – attività sportiva intensa (soprattutto attività a sforzo prolungato) – calcoli e infiammazioni renali o delle vie urinarie – gravidanza – emorragie di varia natura Inoltre la carenza di ferro può determinare la perdita e la fragilità di capelli e unghie.

La biodisponibilità di Ferro Colloidale Plus – che dipende dalla nanotecnologia applicata a tutto il processo produttivo – permette l’apporto ottimale di ferro elementare con soli 20 spruzzi giornalieri, vantando appunto una biodisponibilità di circa 5 volte superiore alla media dei più comuni sali ferrosi. Infatti con 20 spruzzi giornalieri per gli adulti (15 per i ragazzi) si soddisfa ottimamente il fabbisogno di ferro giornaliero oltre a quello che si assorbe mediamente attraverso il cibo. La formulazione in nanotecnologia oltre che a favorire l’assorbimento riduce al minimo gli effetti collaterali gastrointestinali dei normali integratori ferrosi come diarrea, stitichezza, nausea, vomito, dolori addominali e colorazione nera delle feci.

.modalità d’uso

Fino a 20 spruzzi al giorno a seconda della necessità, lasciando il prodotto in bocca per circa 30-45 secondi.
Si può arrivare a compiere cicli di 3-4 mesi di assunzione.

.confezioni

Flacone in PET farmaceutico

.avvertenze

Si consiglia di assumere il prodotto a stomaco vuoto. Gli antiacidi, alcuni farmaci antinfiammatori e antibiotici, come le tetracicline o i chinolonici, riducono l’assorbimento del ferro e quindi si consiglia l’assunzione a distanza di almeno un paio d’ore dai predetti farmaci. Tenere lontano dalla portata dei bambini.

.prodotti correlati

Questo prodotto trae la massima efficacia se assunto con :
– Magnesio Superiore Colloidale Plus, per gli sportivi (per utilizzo dopo attività sportiva)
– Fermenti lattici (per esempio Acidophilus / Stur Dee) per persone che dopo aver sostenuto un trattamento antibiotico, vogliono riequilibrare la flora batterica.
– Vitamina C (per esempio C-Complex o C-Gram / Stur Dee) per aumentarne l’assorbimento

.ingredienti

Acqua bidistillata, ferro colloidale 20 ppm
Principio attivo: ferroso gluconato (ferro bivalente)

.focus scientifico

Attualmente la somministrazione di ferro orale continua a essere il gold standard della terapia marziale. Inoltre l’uso di sali ferrosi si dimostra efficace e poco costoso. Tuttavia il ferro orale può causare effetti collaterali per cui troppo spesso i pazienti non sono in grado di proseguire la terapia. Il problema è legato all’assorbimento duodenale che rappresenta solo una percentuale, circa 10-15%, del ferro introdotto. L’inconveniente è sempre stato superato somministrando dosi elevate di ferro. In letteratura si consigliano 100-200 mg di ferro elementare per somministrazione orale al dì da proseguire per alcuni mesi con l’obiettivo di reintegrare i depositi esauriti (Camaschella C. et al, 2015; Lopez A. et al, 2015). Recenti reviews segnalano che il ferro non assorbito date le sue capacità ossidanti non sia innocuo ma anzi possa danneggiare la mucosa intestinale con numerosi effetti collaterali. La presenza di un elevato valore di ferro nelle feci è associato ad un cambiamento della flora microbica intestinale con proliferazione delle specie patogene e diminuzione di quelle eubiotiche (Zimmermann MB et al, 2010). La terapia marziale transmucosale rappresenta una valida e sicura alternativa alla somministrazione di ferro per os.